Monthly Archives: gennaio 2011

“Le Italiane”, presentazione a palazzo Valentini

27.1.2011
MEMORIA:PRESENTAZIONE VOLUME “LE ITALIANE” A PALAZZO VALENTINI

Si terrà oggi presso la  Sala della Pace a Palazzo Valentini la presentazione del libro “Le Italiane”, realizzato dall’Associazione Nazionale Volontarie Telefono Rosa – Onlus, sarà presente  l’Assessore Provinciale alle Politiche Sociali e per la Famiglia, Claudio Cecchini.
“Il Volume “Le italiane” rappresenta un doveroso omaggio alle molte donne che, con il loro impegno hanno segnato, dal Risorgimento ad oggi, la storia del nostro Paese e che  hanno lasciato un segno indelebile nei campi della politica, della cultura, della scienza, dell’economia e dello sport” dichiarano gli organizzatori. Il libro propone le biografie di figure femminili che ci offrono dettagli inediti e spunti di costruttiva riflessione, figure che nel tempo hanno percorso quel lungo cammino verso l’autonomia, non ancora completato. Un elenco, necessariamente limitato nel numero, di donne coraggiose, che con il loro lavoro, il senso del sacrificio e del dovere danno rappresentanza a moltissimi talenti femminili di ieri e di oggi rimasti nel silenzio,  che hanno cambiato in positivo le sorti del nostro Paese.””Nella giornata della memoria – dichiara Elena Improta, ambasciatrice del Telefono Rosa – questa iniziativa assume un valore simbolico importantissimo, perché nel libro ci sono moltissime figure che hanno contribuito alla libertà del nostro Paese, come madri, come donne e come cuore pulsante di un Paese che rinasceva. Come presidente di un’associazione che si occupa di disabilità – continua Improta – trovo rivoluzionario l’impegno di Maria Montessori, che applicò il suo metodo prima ai piccoli diversamente abili e poi ai fanciulli normali”. I proventi del libro saranno devoluti al Telefono Rosa, l’Associazione che da oltre vent’anni si dedica all’assistenza delle donne che subiscono ogni genere di soprusi, con la quale la Provincia di Roma ha un collaudato e consolidato rapporto di collaborazione, ad esempio nel sostegno di due sportelli Antiviolenza, uno presso il Policlinico Casilino e uno presso il Policlinico Tor Vergata.

Lettera al Corriere della sera


Egregia Redazione,

in merito alle lettere pubblicate nei giorni scorsi su questo giornale riguardanti la commemorazione del giudice Vittorio Occorsio, mi preme sottolineare che durante la passata consiliatura, il mio impegno, come Assessore alla sicurezza e politiche sociali congiuntamente all’ora assessore alla Cultura Carlo Cotticelli, del Secondo Municipio e l’impegno dell’allora Sindaco di Roma Walter Veltroni, nel commemorare e ricordare l’impegno e l’estremo sacrificio del giudice Occorsio è stato ampio e profondo. Ne é riprova la targa collocata all’interno dei giardini di Villa Leopardi, la commemorazione annuale con l’innesto simbolico di piante, i convegni sul territorio e l’esercizio costante di memoria storica che cerchiamo di fare ieri, come istituzioni, e oggi come associazioni e comitati sul territorio. Sono sinceramente rammaricata delle parole del nipote di Occorsio, che spero si riferiscano più alla mancanza di politiche strutturali sulla memoria dell’odierna amministrazione comunale e municipale, che alle tante cose fatte nel passato recente e nella quotidianità dal PD e dalle associazioni territoriali.

Elena Improta