Monthly Archives: marzo 2011

Azzarita, tributo ad eroe della Resistenza

OMR0177 3 POL CRO TXT Omniroma-AZZARITA, TRIBUTO A EROE RESISTENZA: COPIE MEDAGLIA E DIPLOMA AFFISSE IN BACHECA (OMNIROMA) Roma, 24 MAR – La Sezione Anpi «Musu Regard», da poco costituita nel II Municipio, è intervenuta alla Giornata in onore di Manfredi Azzarita organizzata, oggi, presso il Liceo di Roma che ne porta il nome. «Quest’anno – spiega una nota stampa – il tradizionale tributo all’eroe della Resistenza, trucidato alle Fosse Ardeatine e medaglia d’oro al valor militare, ha assunto particolare solennità per rispondere in modo adeguato ad un atto di stupido oltraggio: la sottrazione della medaglia e del diploma che la famiglia aveva donato alla scuola». Nel corso di una cerimonia sono state ricollocate nella bacheca copie della medaglia e del diploma; a seguire sono stati presentati i risultati di approfondimenti sviluppati dagli studenti (di ogni area politica) su temi della storia recente, nonché interventi di studiosi e di rappresentanti della società civile. Tra essi anche quello di Mario Bottazzi, partigiano e presidente della nuova Sezione Anpi intitolata a due donne, medaglie d’argento al valor militare, impegnate attivamente nell’antifascismo fin da quando frequentavano un liceo romano. «È senz’altro apprezzabile l’intervento operato dalla scuola che ha trasformato un episodio negativo in un’opportunità di riflessione sulla storia recente – ha precisato Elena Improta, segretaria della Sezione – altre occasioni di analisi e di discussione aperte ai giovani su temi di fondo della vita di oggi costituiranno le prime iniziative della nuova Sezione Anpi». red 241748 MAR 11
FINE DISPACCIO

Premio Improta per 10 poliziotti

OMR0077 3 CRO TXT Omniroma-QUESTURA, PREMIO IMPROTA PER 10 POLIZIOTTI (OMNIROMA) Roma, 10 MAR – È iniziata alle 11, con il saluto del direttore della Scuola Superiore di Polizia – Prefetto Gerardo Cautilli – e del Prefetto Francesco Cirillo – Vice Capo della Polizia – la cerimonia che ha celebrato l’ottava edizione del premio intitolato al Prefetto Umberto Improta. In particolare, il Prefetto Cirillo ha voluto sottolineare la figura di Umberto Improta come esempio per i Commissari frequentatori del corso di formazione presso la Scuola, per la dignità che lo ha contraddistinto nei successi familiari e lavorativi, così come nei momenti difficili del suo percorso professionale, dando prova, anche in quella circostanza, del profondo senso dello Stato. Sono 10 complessivamente gli appartenenti alla Polizia di Stato, che hanno ricevuto il riconoscimento per i meriti espressi nell’espletamento delle funzioni di Polizia. L’Assistente Mario Schilirò e l’Agente Giovanni Castiglione in servizio presso la Questura di Catania, l’Ispettore Capo Antonio Cerrone, il Sovrintendente Capo Aldo Santoro, l’Assistente Capo Carlo Gargano, l’Assistente Capo Marco D’ettorre in servizio presso la Questura di Caserta, Il Sovrintendente Luigi Bottari, l’Assistente Anna Cuzzola e l’Agente Scelto Francesco Villani in servizio presso la Questura di Reggio Calabria e l’Ispettore Capo Valerio Ronci in servizio presso la Questura di Milano. A consegnare i riconoscimenti è stata la signora Angela, vedova del Prefetto, alla presenza dei figli Maurizio e Massimo, funzionari della Polizia di Stato in servizio presso la Questura di Roma, e della figlia Elena.
Read More

8 Marzo: Improta: “In Secondo Municipio si gioca sulla pelle delle donne”

SPE S0B QBXB(ASCA) —–“Con l’intento di passare come una innocente iniziativa di prevenzione per le donne, il Municipio Roma 2 ha di fatto sorpassato tutti i limiti di decenza istituzionale e rispetto per le strutture sanitarie – dichiara Elena Improta, esponente del Partito Democratico di Roma, già Assessore alle politiche sociali del Municipio Roma II, che continua – In queste ore il municipio Roma II sta diffondendo un volantino in cui annuncia una campagna di prevenzione medica con esami diagnostici gratuiti per le donne presso centri privati convenzionati senza concordarlo con la ASL di riferimento. Un atto assurdo – denuncia Elena Improta- ma che non mi stupisce, infatti la destra al governo del Municipio, di Roma e del Lazio, con una mano toglie ai servizi socio assistenziali pubblici e con l’altra regala soldi alle strutture amiche e convenzionate.

Mi chiedo se il Commissario alle politiche sulla salute della Regione Lazio, Renata Polverini, impegnata in una medesima campagna medica di prevenzione per le donne con una struttura totalmente pubblica, sa che i “suoi” sul territorio locale sostengono strutture private con soldi pubblici, mentre nei piccoli e grandi centri del Lazio vengono destrutturati ospedali e presidi sanitari? Come cittadina e come esponente del PD chiedo l’accesso agli atti municipali per capire in quali forme sia stato finanziato il progetto e lancio un appello a tutte le forze politiche e ai consiglieri perché in Consiglio Municipale facciano chiarezza su tutti gli aspetti economici, giuridici e sociali della vicenda che rischia di creare un precedente pericoloso. In Secondo Municipio – conclude Improta – esiste una realtà enorme da valorizzare: il servizio pubblico e mi aspetto che il Municipio lo faccia, altrimenti ci mobiliteremo per difendere con la parte migliore della città il diritto alla salute per tutti.”
RID/CTR/ASCA 7-MAR-11 12:39 NNN

FINE DISPACCIO