Monthly Archives: ottobre 2013

ausoni

San Lorenzo è tutta un’altra storia

Un quartiere con un vissuto tanto importante come San Lorenzo va preservato e riqualificato. Servono, non ora ma già tanti anni fa, politiche che “miscelino e coniughino” la vitale presenza dei giovani studenti con un tessuto sociale lasciato solo a se stesso. Non si può trasformare un quartiere ricco di umanità in una preda alle più sterili speculazioni commerciali ed economiche.

In particolare via degli Ausoni è terra di nessuno nonostante la situazione di degrado e disagio per gli abitanti sia nota a tutti: forze dell’ordini e forze politiche.
Agli abitanti viene negato il diritto alla quiete (a causa dei rumorosi schiamazzi fino all’alba), al decoro (provate voi ad avere perennemente l’odore di latrina fuori casa), alla sicurezza (con gli spacciatori ad ogni angolo del quartiere). Oramai solo le giornate di forti piogge possono un po’ mitigare questo tormento.

I cittadini di San Lorenzo lanciano quotidianamente il loro grido di dolore ma rimangono inascoltati. La loro è una battaglia sacrosanta a cui cerco di dare una mano con i mezzi che ho a disposizione. Per questo ho presentato una interrogazione che potete leggere qui.

icaro

Avere 16 anni e fare la Resistenza!

“Avere 16 anni e fare la Resistenza!” è un video promosso dalla Sezione ANPI Musu-Regard e realizzato da Ludovica Jona, riprese di Dario Martinez

Il video fa parte di un’idea progettuale da portare nelle scuole affinché gli studenti, partendo proprio dalle emozioni che le testimonianze di Mario Bottazzi e Teresa Vergalli susciteranno in loro, possano “completarlo” inserendo musiche e loro interviste, lettere, poesie, fotografie e disegni .
I video saranno esaminati da una giuria di storici e giornalisti e il video migliore sarà pubblicato sul sito dell’ANPI

Potete vedere il video a questo link.

liegro

Nuova targa per Don Luigi Di Liegro a Villa Ada

Ringrazio la Responsabile Segreteria Commissione Consultiva di Toponomastica del Comune di Roma e il Servizio di Coordinamento tecnico per la pronta risposta alla mia richiesta: RIPRISTINO TARGA DI LIEGRO A VILLA ADA.

Ecco la risposta:

“gentile Consigliera le comunichiamo che abbiamo provveduto con l’ordine della nuova targa all’impresa appaltatrice”

Ecco la mia richiesta:

Ricordando che Don Luigi Di Liegro (Gaeta, 16 ottobre 1928 – Milano, 12 ottobre 1997) Fondò la Caritas Diocesana di Roma e ne fu direttore dal 1980, oltre che Delegato Regionale Caritas per il Lazio. Sotto la sua direzione furono realizzate diverse strutture per far fronte al disagio sociale, tra cui il centro di accoglienza per i sieropositivi all’interno di Villa Glori. Tenuto conto si chiede il ripristino targa Di Liegro a Villa Ada. Come è noto la targa di Luigi di Liegro, che denomina uno dei viali principali di Villa Ada, è stata frantumata evidentemente con atti vandalici.

Nessuna mozione per i carabinieri deportati nel ’43

Trovo incredibile che la maggioranza di governo del Municipio non abbia accolto in capigruppo la richiesta di mozione per ricordare la deportazione dei 2700 uomini dell’Arma dei Carabinieri deportati nel 43
Non considerando che: nel 2° Municipio in viale Romania, 45 abbiamo l’onore di ospitare l’ ufficio storico dell’Arma dei Carabinieri di Roma, nel porticato di Via Chiana 35 vi è la lapide che ricorda il sacrificio del brigadiere Candido Manca rinchiuso e torturato nelle celle di via Tasso dal 10 dicembre 1943 fino al 24 marzo 1944 quando fu fucilato alle Fosse Ardeatine, abbiamo l’onore di avere come impiegata dell’Ufficio Protocollo del Municipio la figlia (Cinzia Fusco) di un Carabiniere Mitragliere Scelto deportato nel 43 e che miracolosamente scampato alla morte ha prestato servizio presso l’ex Caserma dei Carabinieri di via Gadames.

Ieri ho trasformato la mozione in una interpellanza…auspico che la Giunta non sia così miope e sostenga la memoria di questi uomini attraverso iniziative nelle scuole in accordo con il Comando dei Carabinieri di viale Romania !
Scarica l’interpellanza qui.

foto (3)

Un giardino per Ughetto

Provo soddisfazione nel comunicarvi che la mozione di intitolare a Ugo Forno il giardino di Via Mascagni (angolo via Mancinelli) da me proposta è stata votata in aula con 17 voti favorevoli e solo un astenuto. Ugo era un bambino che perse la vita a soli 12 anni durante la lotta di liberazione della città di Roma nei dintorni del giardino di di Via Mascagni. Il suo sacrificio impedì ai nazisti di sabotare il ponte ferroviario sull’Aniene. Proprio quest’anno il Presidente della Repubblica aveva conferito la medaglia d’oro al merito civile alla memoria di Ugo Forno.

La mozione, oltre all’intitolazione del giardino, chiede di verificare la disponibilità dell’Istituto Comprensivo “Via Mascagni” ad adottare l’area verde al fine di garantirne rispetto e decoro. Ora sta al Presidente Gerace trasformare questa mozione in atti concreti a tutela della memoria della resistenza partigiana di Roma e del II Municipio.

Calendario-Aipd1-450[1]

Il Comune non tagli i progetti per le persone con sindrome di Down

COMUNICATO STAMPA: 300 persone circa sono colpite dalla sospensione annunciata al co-finanziamento dei progetti dell’AIPD Onlus sezione di Roma.

“Il 13 ottobre si festeggerà la Giornata Nazionale Persone con Sindrome di Down con la vendita di cioccolato in varie piazze di Roma, ma per i ragazzi Down della Capitale sarà una giornata amarissima a causa dell’annuncio dei tagli da parte del Comune di Roma ai progetti di formazione e inserimento lavorativo realizzati dall’AIPD Roma”: Lo denuncia Elena Improta (Lista Marchini), Vice Presidente del Consiglio del Secondo Municipio, che chiede che il Dipartimento XIV Promozione dei Servizi Sociali e della Salute del Comune di Roma riveda il taglio annunciato nei giorni scorsi al presidente dell’AIPD (Ass. Italia Persone Down) Roma, Giampaolo Celani. La sospensione riguarda il co-finanziamento comunale del 45% ai progetti Sic (Servizio Informazione e Consulenza), Sil (Servizio Inserimento Lavorativo) e Percorsi (Autonomia). Read More